Cougar Italia

Cougar Blog

carmela1.jpg

Storia di una cougar ribelle

28/07/2014, 14:05

Oggi vi presentiamo Carmela, una bella donna calabrese dallo spirito ribelle, da sempre anticonformista. Partita dalla Calabria e arrivata giovanissima a Milano, convivente senza mai sposarsi per tanti anni, due figli avuti da due diversi compagni… tutte ragioni, queste, per cui Carmela è sempre stata considerata una ragazza – e poi una donna – indisciplinata e sregolata. Ma Carmela è molto di più, e lo racconta in quest’intervista a CougarItalia.com, portale specializzato in incontri fra donne mature e toy boy.

Ciao Carmela, e grazie di aver voluto partecipare a quest’intervista. Dicci qualcosa di te: tre aggettivi per descriverti.

Ciao a tutti e grazie a voi dell’opportunità che mi state dando; il vostro sito è davvero una fonte d’ispirazione per noi donne cougar. Ecco l’ho detto: cougar, questo è il primo sostantivo con cui voglio descrivermi… e poi ribelle e un po’ pazzerella! Vanno bene come aggettivi? (ride)

Perfetti, Carmela. Raccontaci qualcosa della tua vita e come è iniziata la tua vita da cougar.

Da dove iniziare? Diciamo dai miei 18 anni, quando sono arrivata senza un soldo a Milano e ho iniziato a lavorare la sera nei pub; da lì attraverso delle conoscenze sono passata alla moda: da modella a stylist nel giro di pochi anni. Il mio primo compagno, papà di Giulia, l’ho conosciuto a lavoro, ma siamo stati insieme pochi mesi. Dopo di lui c’è stato il mio secondo compagno con il quale ho avuto Marco, il mio secondo figlio. Dieci anni di convivenza e ci siamo lasciati. Ora i miei figli sono grandi e non vivono più con me, e io ho riscoperto la mia indole temeraria e anticonformista che mi ha portato ad innamorarmi di Ettore, un trentenne. Ha vent’anni meno di me ma con lui va tutto benissimo… e non starò qui a raccontarvi troppo perché da brava (ex) donna del sud sono scaramantica anch’io! (ride)

Grazie Carmela; un’ultima domanda: cosa ti sentiresti di consigliare a donne magari più controllate di te che hanno difficoltà a concedersi il loro sogno con un toy boy?

Cosa consiglierei? Ma di lanciarsi! Ragazze, la vita è una, acchiappiamo i sogni per la coda e teniamoli stretti!

Redazione

Crea il tuo profilo in pochi click

Facile
Sicuro
Discreto