Cougar Italia

Cougar Blog

giulio1.jpg

Una cougar, per essere dominato

20/06/2014, 17:19

Provare attrazione per una donna molto più grande è una cosa che molto spesso accade all’improvviso, quando meno te l’aspetti e ti cambia la vita radicalmente. C’è chi pensa che avere una relazione con una donna matura sia la ciliegina sulla torta che migliora il naturale percorso della propria vita, perché “c’è chi nasce per essere predatore e chi per essere preda”. Questa è la filosofia di vita di Giulio, intervistato per CougarItalia.com, il portale dedicato alle donne mature.

Giulio parlaci un po’ di te.

Mi chiamo Giulio, ho 28 anni e sono responsabile legale di un noto istituto di credito, mi reputo una persona molto fortunata perché ho una carriera splendidamente avviata, mi mantengo da solo da quando sono poco più che maggiorenne e qualche mese fa ho comprato una casa al centro di Roma dove vivo da solo con i miei due cani. Adoro uscire con gli amici e conoscere gente nuova e in questi casi tendo soprattutto a relazionarmi con le “vere donne”.

Cosa intendi per vere donne?

Io ho un unico punto debole nella mia vita: essere fortemente attratto dalle donne più grandi di me. Non è sempre stato così, ma non ci posso fare nulla è più forte di me. È un impulso incontrollabile, se a parità di bellezza ho davanti una mia coetanea e una donna matura, la mia scelta ricadrà inevitabilmente sulla seconda. Senza pensarci troppo.

Cosa ti attrae maggiormente di una cougar?

Allora, io credo che ognuno di noi nasca con una propria attinenza, c’è chi nasce per essere predatore e chi per essere preda, e io non ho alcun dubbio nel dire che sicuramente sono nato per essere la preda di una donna più grande. Mi affascina troppo il modo in cui una donna matura mi parla, mi guarda, si comporta. È più grande, ha più esperienza e molto spesso questo coincide con un carattere più forte del mio, cosa per cui io impazzisco.

Stai dicendo che caratterialmente ti piace essere dominato?

Guarda io sono un team leader che gestisce una squadra di collaboratori, con i quali molto spesso bisogna avere un carattere forte e deciso in maniera tale che tutto sia sotto controllo. Nella vita privata invece voglio rilassarmi, voglio poter “perdere il controllo” della situazione e lasciare tutto nelle mani della mia compagna, in modo tale che sia lei a gestirmi, a prendere le decisioni, a comandare. Se mi piace essere dominato? Nella vita privata sì.

Redazione

Crea il tuo profilo in pochi click

Facile
Sicuro
Discreto