Cougar Italia

Diario di Amanda

Fiera di essere cougar!

19/08/2012, 16:35

Mi considero una persona molto aperta mentalmente e in generale accetto le critiche in maniera serena, ma proprio non riesco a capire i bigotti che disapprovano a priori e per puro principio una ragazza che, come me, sceglie di avere come compagno un uomo più giovane. A me sembra una cosa così naturale! Spesso trovo le persone di sesso maschile mie coetanee nella maggior parte dei casi non solo noiose, ma anche presuntuose. Qualche giorno fa, uscita dal lavoro con un forte mal di testa, sono entrata in un bar a prendere un bicchiere d’acqua in cui sciogliere un analgesico. Il tempo di sedermi al bancone e ordinare e mi si è avvicinato un uomo con almeno dieci anni più di me (ma naturalmente in questo caso la differenza di età non avrebbe destato alcuna perplessità sociale, trattandosi di un uomo…). Non volevo sembrare scontrosa solo a causa del mio mal di testa, ma non avevo proprio voglia di chiacchierare e ho cercato di farglielo capire educatamente. Nonostante i miei sforzi però lui non ha desistito dal cominciare a tempestarmi di domande di una banalità assolutamente irritante: “Di dove sei? Dove lavori? Dove abiti? Dove vai adesso?”, come se fosse normale dare tutte le informazioni che mi riguardano al primo sconosciuto che si avvicina al bar. Dopodiché, vista la mia scarsa loquacità, è passato a insistere per offrirmi da bere. Ho cercato di fargli capire che la cosa non avrebbe sicuramente giovato alla mia emicrania, ma ogni mio rifiuto sembrava provocare una sua maggiore insistenza, quasi fosse obbligatorio per una donna accettare un drink offerto da un uomo. Finché, dopo circa una decina di minuti sembrati interminabili, l’ho salutato dirigendomi verso la porta e declinando la sua offerta di accompagnarmi a casa. Questo ha provocato, con mia grande sorpresa, la sua evidente irritazione: evidentemente offrire un drink rappresentava per il seduttore un’avance irresistibile. Alla fine sono riuscita a sganciarmi dall’invadente individuo, ma, credetemi, in quel momento più che mai sono stata fiera di definirmi una cougar! Sarà infatti una casualità, ma questo tipo di situazioni mi capitano sempre con uomini coetanei o più grandi di me, e mai con ragazzi più giovani… chissà come mai…

Redazione

Crea il tuo profilo in pochi click

Facile
Sicuro
Discreto