Cougar Italia

Diario di Amanda

Il sogno di una cougar

01/05/2014, 17:08

Ero lì da sola, sdraiata in riva al mare con in mano un cocktail alla frutta… Intorno a me, sabbie bianche e palme rigogliose, fondali meravigliosi tutti da scoprire, colmi di pesci coloratissimi e coralli, nell’aria il profumo della libertà. La perfetta destinazione vacanziera di una cougar!

Non si sentivano né telefoni squillare né clic di tasti premuti davanti ai pc, nessun clacson suonare, nessuna sirena, niente che potesse disturbare la pace e la tranquillità di quel posto meraviglioso. Un po’ di meritato riposo, pensavo tra me e me, ci voleva proprio…

Sull’isola ero trattata come una regina, servita e riverita da un gruppo di ragazzi dal fisico pazzesco pronti ad esaudire qualsiasi mio desiderio. Mi giravano intorno tutto il giorno, attenti ma mai invadenti, sempre sorridenti e disponibili… Non sarebbe stato opportuno non ricambiare i loro sguardi e le loro attenzioni, sarebbe parso davvero scortese da parte mia!

Una bella donna matura su un’isola circondata da giovani, belli e prestanti toy boy: un sogno! Cosa si può desiderare di più? C’è quello che ti porta da bere, l’addetto ai massaggi, quello che ti sventola se hai caldo, e chi più ne ha più ne metta, tutti a mia completa disposizione, tutti a fare in modo che mai mi potessi annoiare o stancare…

In quest’oasi di quiete niente sembrava poter turbare il mio relax, ma all’improvviso ho avvertito uno strano rumore: un trillo, poi un altro e ancora un altro… Non capivo cosa stesse succedendo…

Ho aperto gli occhi, non ero in spiaggia, non c’erano palme intorno a me e soprattutto non c’erano i ‘miei’ ragazzi: il suono che sentivo era quello della sveglia che mi riportava alla dura realtà quotidiana fatta di traffico, telefono, computer!

Si è trattato solo di un sogno meraviglioso, di un vero e proprio sogno da cougar

Redazione

Crea il tuo profilo in pochi click

Facile
Sicuro
Discreto