Cougar Italia

Diario di Amanda

Riflessioni sulla chirurgia plastica

19/12/2016, 13:06

Le cene con le amiche sono il tipo di uscita che preferisco; cosa c’è di meglio che trascorrere una serata di chiacchiere e (perché no) sano pettegolezzo con chi ti conosce da una vita? E così lo scorso venerdì, dopo una giornata davvero pesante, sono rientrata a casa, mi sono concessa un bagno rigenerante, ho indossato il mio nuovo vestito e sono corsa a raggiungere le mie insostituibili amiche Laura, Lucia e Bice.

E così, in questo locale dall’atmosfera un po’ retrò, tra un calice di vino e una risata, Lucia ci comunica una decisione importante che ha preso di recente: ha deciso di ricorrere alla chirurgia plastica. È da un po’ di tempo che ci pensa, ci confida, sente di non riuscire più ad accettare certi difetti emersi con il passare degli anni e vuole tornare a sentirsi bella. Devo essere sincera, sono rimasta di stucco; non mi sarei mai aspettata che proprio Lucia potesse prendere una decisione simile. È sempre stata molto sicura di sé e mai mi sarei aspettata che volesse cambiare qualcosa del suo aspetto fisico.

Ho ascoltato in silenzio i pareri delle altre che la sostenevano ed incoraggiavano perché convinte che tutti hanno il diritto di sentirsi belli e se questo significa ricorrere a qualche “aiutino” ben venga, non c’è nulla di male. Ad un certo punto però, Lucia si è rivolta a me direttamente, chiedendo cosa pensassi al riguardo.

Io non me la sono sentita di assecondarla e ho detto ciò che pensavo pur consapevole di andare contro la mia amica.

La verità è che io sono contro i ritocchi, contro silicone e botulino; perché un viso ritoccato è un viso che perde la sua personalità. Le rughe, i segni del tempo sono tutte tracce della nostra vita, di ciò che abbiamo vissuto. Ritengo sia bello cambiare nel corso degli anni; c’è stato il tempo della pelle liscia e vellutata e ci sarà quello delle piccole rughe, l’ho sempre pensata così. Nessuno si piace totalmente per come è, né a 20 anni né a 40, ma ho sempre creduto che i piccoli difetti caratterizzassero le persone.

Non so se Lucia ascolterà il mio parere, io lo spero, perché lei, così come tutte le donne, non dovrebbe vergognarsi del proprio aspetto e dei propri anni ma, anzi, esserne fiera.

Redazione

Crea il tuo profilo in pochi click

Facile
Sicuro
Discreto